Stampa

Avanzamenti tecnici del 31/05/2012

on .

Stato di avanzamento tecnico – Report n. 3

dal 01.12.2011 al 31.05.2012

 

Progressi e risultati raggiunti finora

Il progetto continua nell'implementazione delle attività previste e le difficoltà verificatesi soprattutto nella fase iniziale sono adesso in ampia parte superati.

Proponiamo di seguito un breve aggiornamento sullo stato di avanzamento delle azioni in corso: 

 

Task 1 – Gestione del progetto da parte di tutti i beneficiari associati

La gestione del progetto sia da parte del coordinatore che da parte dei beneficiari associati procede normalmente e non risultano rilievi da fare né dal punto di vista tecnico né da quello amministrativo-finanziario. Il 5° meeting di coordinamento si è svolto in due giornate il 16 ed il 17 Maggio 2012 in concomitanza con la seconda visita di monitoraggio condotta dalla dott.ssa Roccato del Team di monitoraggio esterno GEIE Astrale-Timesis e alla presenza della dott.ssa Bacchereti Desk officer dell'Unità LIFE di Bruxelles.

Task 2 – "Analisi normativa e Studi sulle abitudini domestiche"

BENEFICIARIO RESPONSABILE: Dipartimento Regionale Ambiente e Dipartimento Regionale Acque e Rifiuti
Le due azioni sono entrambe concluse ed i relativi studi portati a termine sono stati pubblicati anche in versione digitale sul sito internet del progetto
Tuttavia si intende approfondire ulteriormente alcune tematiche affrontate durante lo svolgimento delle prossime azioni del progetto alla luce del fatto che il sistema di gestione rifiuti in Sicilia sta al momento attraversando un'importante fase riorganizzativa che porterà a breve ad un nuovo quadro di gestione che sarà necessario esaminare dettagliatamente per pervenire infine alla stesura delle Lineeguida finali del progetto.

Inoltre viste le molteplici adesioni già pervenute da parte di Comuni Siciliani interessati a partecipare al progetto N.O.WA.S.T.E., si è deciso di anticipare l'azione 7.2 "Rete regionale e sostenibilità del progetto" presentandone ufficialmente l'apertura in occasione della Mid-term Conference dello scorso 16 Maggio 2012, per avviare da subito un calendario di incontri tecnici che possano garantire il confronto continuativo ed approfondito fra gli organi dell'amministrazione regionale e gli amministratori locali al fine di sviluppare nuove e concrete azioni legate al progetto N.O.WA.S.T.E. soprattutto nell'ambito di attività per la riduzione dei rifiuti.

A tal proposito l'Ing. Domenico Michelon (Soggetto Attuatore emergenza rifiuti Regione Siciliana ex OPCM n.3887/2010) durante il suo intervento nell'ambito della suddetta conferenza, ha prospettato l'ipotesi che i comuni siciliani potrebbero beneficiare di vantaggi economici promuovendo azioni per la riduzione dei rifiuti fra le quali potrebbe rientrare l'adozione del sistema N.O.WA.S.T.E. e l'uso dei prototipi.

Task 4 - Coinvolgimento degli attori locali e avvio della prima fase di sperimentazione.

A partire da dicembre 2011 la prima fase di sperimentazione è stata avviata, sono stati distribuiti infatti n. 24 prototipi per altrettante famiglie residenti nei 3 comuni partner: Gaggi, Castelmola e Melilli.
In questi comuni l'IRSSAT ha realizzato Workshops e incontri informativi con le famiglie coinvolte, sono inoltre stati attivati gli infopoints comunali per informare e supportare le famiglie che partecipano alla sperimentazione e fornire assistenza tecnica di base.
Da gennaio le famiglie collaborano attivamente utilizzando il prototipo nelle loro case e raccogliendo dati e campioni per evidenziare tutte le problematiche presenti.
Dai dati raccolti si è avviato un lungo percorso di riprogettazione del prototipo al fine di migliorarlo e renderlo sempre più funzionale e facilmente integrabile in ambito domestico
Le criticità che sono state evidenziate nell'utilizzo sono dovute principalmente a problematiche tecniche già in parte superate con la nuova riprogettazione in corso.
Altre difficoltà sono dovute al fatto che è stato necessario implementare un apposito sistema di raccolta dei liquidi per consentire il prelievo dei campioni di "acqua di processo". La nuova versione del prototipo è invece di utilizzo più semplice, potrà essere collegato alla rete idrica, garantirà un'autonomia di riempimento del secchio rifiuti maggiore. Il liquido generato durante la fermentazione anaerobica continuerà invece ad essere raccolto perché costituisce anch'esso un'importante risorsa.

Task 5 - Monitoraggio e valutazione del contesto e dei risultati del progetto

L'azione comprende le seguenti attività in corso:
- Valutazione del compost prodotto: l'obiettivo finale è ottenere compost di alta qualità utilizzabile anche in agricoltura biologica per questo è necessaria una continua valutazione attraverso analisi di laboratorio sul pre-compost prodotto e sui liquidi (liquido di fermentazione e acqua di processo). Collaborano inoltre esperti nel settore del compostaggio e del trattamento dei rifiuti organici al fine di garantire un approfondito confronto fra le varie esperienze e sviluppare adeguatamente le analisi sugli standards del sistema. I risultati delle analisi e degli studi condotti vengono progressivamente pubblicati sul sito internet del progetto e presentati durante gli eventi organizzati. (Per ulteriori informazioni visitare la sezione Mid-term conference – presentazione risultati intermedi)
- Analisi sugli usi finali del compost: eventuale produzione di pellet (ultimo semestre del progetto) e approfondimento sulla produzione di biogas durante la fase di fermentazione
- Attività di monitoraggio rispetto all'attuazione generale del progetto: valutazione critica delle azioni in corso, raccolta dati, attività di riprogettazione e riprogrammazione, analisi dei rischi e delle minacce, studio delle soluzioni da attuare valutazione dell'indice di gradimento del progetto e monitoraggio sito internet.

Task 6 Dissemination – Campagna di promozione del progetto

Comprende l'organizzazione di tutti gli eventi di promozione del progetto.
Oltre all'organizzazione di eventi specifici quali convegni e training workshops, si è puntato molto al coinvolgimento attivo delle scuole presenti sul territorio dei 3 comuni partners.
In particolare si è registrata una grande partecipazione alla 1° Edizione di "GIOCHI SENZA RIFIUTI: Trasformiamoli in Risorse!" proposta dall'IRSSAT nell'ambito della Settimana europea per la Riduzione dei Rifiuti 2011.
Attualmente si sono già svolti degli incontri con gli insegnanti ed i rappresentati dei comuni al fine di pianificare le prossime edizioni di GIOCHI SENZA RIFIUTI 2012 e 2013. Nello specifico si è pensato di lanciare dei Concorsi (che si svolgeranno a novembre 2012 durante la SERR) aperti a tutte le scuole italiane (fumetti, racconti brevi, fotografia, videoclip, scelta del nome per il prototipo, ecc.).
E' inoltre prevista la pubblicazione di fumetti per promuovere il progetto e la raccolta differenziata, mentre per il la successiva edizione della SERR 2013 si proporrà un concorso per l'ideazione e realizzazione di un videogioco N.O.WA.S.T.E.

Grande partecipazione si è registrata anche in occasione della Mid-term Conference organizzata dall'IRSSAT a Catania per festeggiare il 20° Anniversario del Programma LIFE,  lo scorso 16 maggio 2012, e per presentare i risultati intermedi del progetto e lanciare l'apertura della Rete Regionale N.O.WA.S.T.E.

All'evento hanno partecipato anche la dott.ssa Simona Bacchereti, funzionaria dell'Unità LIFE di Bruxelles, e la dott.ssa Agnese Roccato Monitor del Team Astrale -Timesis, oltre che numerosi rappresentanti di comuni e Ato siciliani.

Action 6.2

Attività di formazione per i giovani e per gli amministratori locali

L'obiettivo è incrementare le conoscenze dei giovani rispetto alle tematiche ambientali in generale e nello specifico in merito alla gestione sostenibile delle risorse locali e dei rifiuti.
Saranno organizzati n. 6 corsi (2 per ogni Comune) per la formazione di un totale di 120 giovani fra i 19 ed i 35 anni.
Particolare attenzione sarà rivolta nei confronti della pianificazione territoriale e nell'ambito delle attività di laboratorio e di sviluppo di nuove proposte, si promuoverà la pianificazione di nuovi interventi in un'ottica integrata di cooperazione con gli amministratori locali allo scopo di creare nuove opportunità di occupazione e di business legato alla green economy, ricercando altresì adeguati strumenti ed incentivi che possano sostenere la nascita di cooperative operanti nel settore o favorire la creazione di centri per il compostaggio a livello locale. I comuni collaboreranno individuando i giovani e mettendo a disposizione le sedi dove svolgere i corsi. E' già stato stipulato un apposito accordo con un ente di formazione, l'avvio dei primi corsi è previsto entro ottobre 2012. Le attività si concluderanno entro novembre 2013. I giovani partecipanti al primo modulo saranno coinvolti nell'indagine statistica che sarà coordinata dal DEI – Action 5.2.


Partners

  • COMUNE DI GAGGI
  • COMUNE DI MELILLI
  • castelmola CASTELMOLA DI CASTELMOLA
  • irsat
    IRSSAT
  • siciliaREGIONE SICILIA
  • catania
    PROVINCIA DI CATANIA
  • UNIVERSITA' DI CATANIA
  • biomedi
    BIO.MEDI

aderire-al-progetto

avanzamenti-tecnici